SMASCHERA L’AGGRESSIVO DAL SUO LINGUAGGIO DEL CORPO

Esci dalla trappola!

7 regole d’oro per riconoscere ed annientare gli aggressivi attraverso i segnali del linguaggio del corpo.

Ti è mai capitato di avere a che fare con persone aggressive nella tua vita privata o professionale? A me sì e mi hanno anche messo in difficoltà!

Ti sei mai domandato se tu hai la tendenza ad essere aggressivo? Io sì e ho scoperto che a volte lo sono. Saperlo, mi ha aiutato molto a correggere il mio comportamento quando questo rischia di nuocere a me stessa.

Quali sono le caratteristiche di un aggressivo? Come comunica con il linguaggio del corpo?

Ecco le caratteristiche principali della persona aggressiva. Rifletti se ti appartengono, in tutto o in parte, o se ti ricordano qualcuno che conosci.

 Tende ad assumere sempre le iniziative – anche quando non gli compete o non gli viene richiesto – e tende a boicottare o polemizzare con le iniziative altrui.

 Si sente spesso ostile e rancoroso, ha sempre un nemico da combattere.

 Tende anche a violare i diritti, a manipolare gli altri o ad offenderli o, ancora, ad imporre il proprio punto di vista.

♦ Non ha una grande capacità di ascolto.

 Emotivamente è esplosivo e incontrollato.

linguaggio del corpo passivo aggressivo assertivita'

Tu, forse, pensi che un po’ di aggressività sia utile per avere successo nella vita? In realtà, un aggressivo può raggiungere abbastanza facilmente i suoi obiettivi immediati, quelli a breve periodo e per i quali è sufficiente essere un poco prepotenti, come ad esempio passare davanti a tutti alla coda al semaforo, oppure avere la meglio in una discussione in casa.

Invece, per gli obiettivi più importanti, quelli a lungo termine (ad esempio, la carriera nel lavoro, il rispetto dagli altri, ecc.) ha più difficoltà di tutti perché, con la sua aggressività, si fa terreno bruciato intorno. Infatti, l’aggressivo genera negli altri posizioni di difesa o inibizione, oppure sensazioni di collera e vendetta.

Questa descrizione ti ricorda qualcuno di tua conoscenza? E’ normale, l’aggressività è molto frequente e diffusa un po’ in tutti gli ambienti.

Come si riconosce una persona aggressiva? Quali sono i segnali del linguaggio del corpo che lo contraddistinguono? Ecco i 7 stratagemmi per riconoscere l’aggressivo. Impara a riconoscere alcuni segnali del linguaggio del corpo e tu avrai il coltello dalla parte del manico!

1. La sua voce è stridente, sarcastica, sembra un tuono o un ringhio. Spesso strilla e strepita.

2. I suoi discorsi sono spesso concitati e tende a monopolizzare la conversazione. Interrompe spesso e senza troppi riguardi.

3. La gestualità tende ad essere “parentale”, cioè troppo confidenziale ed invadente (come puntare il dito, avvicinarsi troppo fisicamente, toccarti continuamente il braccio mentre parla con te) oppure minacciosa (come agitare le mani, battere i pungi sul tavolo e scagliare oggetti).

4. Lo sguardo è fisso, dominante e inquisitore. Non ha uno sguardo accattivante, non esprime allegria e simpatia. Al contrario, il suo sguardo ti fa sentire sempre sotto analisi o, peggio ancora, sotto accusa.

5. L’espressione del viso è accigliata, spesso ti guarda di traverso con aria critica, oppure gira gli occhi in segno di disapprovazione.

6. La sua andatura è rigida, ha un passo rapido e cammina davanti a tutti. Spesso mette le mani sui fianchi o tiene i pugni stretti.

7. L’atteggiamento è molto invadente, tende sempre ad occupare lo spazio fisico intorno a lui muovendosi con ampie falcate delle gambe o con ampi gesti delle braccia. Nei suoi atteggiamenti è un po’ teatrale. Ad esempio, si mette al posto tuo, oppure ti sposta gli oggetti sulla scrivania.

Come vedi, il linguaggio del corpo di un aggressivo è facile da riconoscere perché è pieno di segnali non verbali inconfutabili.

Scommetto che stai sorridendo mentre pensi a qualcuno che corrisponde a questa descrizione! Oppure stai pensando: “Mio Dio! Spero di non essere così!”

Linguaggio del corpo aggressivo assertività

Come difendersi da una persona aggressiva?

E’ inutile reagire con sottomissione perché questo non farà altro che rafforzare l’aggressività altrui. L’aggressivo, infatti, si sentirà ancora più forte e potente se ha a che fare con una persona passiva.

È inopportuno anche reagire con altrettanta aggressività e andare allo scontro diretto perché si potrebbero verificare due possibilità:

a) riesci a spuntarla, ma l’aggressivo incassa la sconfitta e si arrabbia ancora di più con te, diventi il suo nemico n.1 e prima o poi cercherà di fartela pagare;

b) l’aggressivo ha la meglio su di te e allora si sentirà ancora più forte e potente e si rafforzerà nella sua aggressività.

Cosa resta da fare?

La cosa più importante è quella di non farsi mai trascinare nell’aggressività altrui!

Non devi mai farti coinvolgere emotivamente, non devi farti “toccare dentro”. So che non è facile, ma se ti arrabbi o se ti impaurisci diventi debole e fai il gioco dell’aggressivo. Impara a fare il muro di gomma, impara a non reagire, né fuori né dentro di te. 

Se ti fai coinvolgere troppo dalla sua aggressività, rischi anche di assumere le 7 caratteristiche del linguaggio del corpo tipiche dell’aggressivo. Sicuramente non diventerai più simpatico! 😥 Fai cuocere l’aggressivo nel suo brodo. Se non trova nessun attracco, tende ad incartarsi con le sue stesse mani.

E se proprio senti la necessità di difendere la tua dignità o la tua immagine, se proprio senti che non puoi stare a guardare, fai quello che pensi sia opportuno fare, ma senza emozione!

Reagisci sempre con la mente fredda. In tutte le situazioni conflittuali, chi è più coinvolto emotivamente è anche quello più prossimo alla sconfitta.

Fabiola Sacramati

dire no

 Clicca qui e scopri di piu!

Guarda il video sul linguaggio del corpo dell’aggressivo e dell’assertivo – Se hai autostima, hai più capacità di comunicazione assertiva. L’autostima e l’assertività sono una conseguenza dell’altra. Con il tuo linguaggio del corpo puoi essere assertivo e migliorare i rapporti con gli altri. Guarda come l’assertività, la passività e l’aggressività trasmettono la tua autostima tramite il linguaggio del corpo. La comunicazione non verbale, come sempre lancia messaggi inequivocabili. La simulazione mostra il linguaggio del corpo e l’autostima dell’aggressivo, del passivo, dell’assertivo

Articoli correlati:

22 Responses to SMASCHERA L’AGGRESSIVO DAL SUO LINGUAGGIO DEL CORPO

  1. angelica ha detto:

    Leggendo il tuo articolo ho visto mio marito. Urla come un pazzo per la minima fesseria. Controlla quello che io faccio in maniera da trovare una falla e potere gridare. Mi da la colpa di tutto ciò che succede anche se sono a chilometri di distanza. Vuole essere in prima fila anchecse non riesce a mantenere un impegno. Beve molto e credo che ormai abbia una tendenza all’alcolismo. Beve in media circa 4 litri di birra al giorno. Secondo te è schizofrenico ?

    • FabiolaPaolo ha detto:

      Ciao Angelica, impossibile rispondere. La schizofrenia è una cosa seria, non si può diagnosticare perché ci racconti alcuni piccoli dettagli su dei comportamenti non gradevoli.
      Certamente dovreste trovare il modo di stare più in armonia, ma da qui a parlare di schizofrenia…
      Ciao.

    • Patty ha detto:

      Ciao Angelica, sono passati qualche mese, non credo sia cambiato?
      Il mio è piu o meno cosi, non c’è dialogo solo urla, ho una bimba piccola, lui oltre fare da mangiare con lei interagisce il minimo perche si rompe le scatole, a tal punto che si chiude in camera la sera per guardarsi la TV. Non ci mantiene perché io non ho problemi da quel punto di vista, e non siamo sposati. Lui deve sempre avere ragione, e tutto cio che fa invece di farlo con spirito di fmiglia pensa che sia un favore perché è uno sforzo..sono arrivata al punto di non riuscire a parlarli e acriverli email alle quale ovviamente non riaponde, ma a Gennaio la sua casa che era affittata si libera e ho intenzione di mandarlo via nella speranza che migliori. E sempre stato un po aggressivo e iroso ma da quando c’è la piccola non c’è piu niente che questo..Sono triste sola e disperata

  2. stefania lucacchioni ha detto:

    Buongiorno. Trovo il vostro blog di grande aiuto, con esempi molto chiari, ergo di conferma a certi miei comportamenti di fronte a persone aggressive. Grazie per la vostra professionalità condivisa on line.

    • FabiolaPaolo ha detto:

      Grazie Stefania, commenti come i tuoi ci riempiono di orgoglio e ci spingono a fare sempre meglio. Ricorda di guardare anche i nostri filmati, in proposito, su Youtube.
      Ciao!
      Fabiola e Paolo

  3. salvador ha detto:

    Siete veramente illuminanti complimenti

      • Karina ha detto:

        Buona sera
        Avrei bisogno di una risposta
        Oggi mi è capitato che una mamma a rimproverato mio figlio e io non sono riuscita a dire niente
        Non capisco perché non ho riagito
        O sempre evitato di scendere a loro livello con persone maleducate
        Però mi sento molto male e in colpa
        Il punto è che non so cosa mi sia successo e non ho detto niente
        Mio figlio neanche la guardava a questa mamma la quale a atteggiamenti molto prepotenti
        Non so se o fatto bene in rimanere in silenzio
        Penso che davanti a i bimbi no si dovrebbe discutere
        Mi può spiegare cosa se o fatto bene o dovevo reagire

        • Fabiola&Paolo ha detto:

          Ciao Karina, certo che avresti dovuto reagire, in maniera educata ma ferma e sicura. Avresti dovuto chiedere a quella signora di allontanarsi dai bambini per parlare con te. Dopo avresti dovuto spiegarle,  in maniera molto serena ma decisa, che avrebbe dovuto dire le cose a te e e non direttamente a tuo figlio. Potevi spiegarle che i bambini di tutti devono essere rimproverati dai propri genitori e non da altre persone, quindi avresti dovuto dirle che se fosse capitato di nuovo avrebbe dovuto rivolgersi a te. Questa si chiama assertività, se vai nel nostro blog e cerchi c’è un articolo che ne parla e sul nostro canale Youtube abbiamo messo anche un filmato per spiegare che cos’è l’assertività.

          Grazie del commento, seguici sempre! Fabiola e Paolo

  4. Claudio ha detto:

    Come al solito un’altra perla di saggezza che seguo sempre con molto interesse e di grande aiuto. In questo caso penso di reagire come suggerito da voi, anche se intimamente ho la sensazione di essere il perdente tra i due, ma non riesco a fare altrimenti. Perciò mi confermate che va bene così. Grazie per condividere con noi le vostre professinalità!
    Saluti

    • Fabiola&Paolo ha detto:

      Beh, l’obiettivo è il proprio benessere in armonia con gli altri, non farsi sopraffare ed evitare lo scontro (non diciamo che sia facile ok?).
      Grazie dei complimenti.
      Ciao
      F&P

  5. LUIGI ha detto:

    NON LO SONO,PURTROPPO, HO UN PARENTE CON SIMILI CARATTERISITICA

  6. Daniela ha detto:

    Accipicchia! grazie al vostro video ho capito molte cose, è stato illuminante! Ho un atteggiamento fisico passivo! Nonostante i miei mille sforzi ricevo non adeguate risposte! Mi piacerebbe imparare l’assertivitá e il distacco emotivo, grazie di cuore!

    • Fabiola&Paolo ha detto:

      Ciao Daniela. Ci fa molto piacere che i nostri video ti siano serviti a capire qualcosa di te stessa. Naturalmente ci farebbe molto piacere avere tuoi commenti anche su altri post del nostro blog.
      Grazie della collaborazione.
      Ciao
      F&P

  7. BARBARA MONTANI ha detto:

    Grazie!

  8. Gabriele ha detto:

    Bello questo sito, interessanti gli articoli

  9. Franco Chiriaco ha detto:

    Ho trovato il vostro articolo molto interessante e poichè rispecchia un po un lato del mio carattere su cui voglio lavorare per migliorarmi per poter gestire ed ottenere il massimo le persone che collaborano con me nell azienda in cui lavoro.

    • Fabiola&Paolo ha detto:

      Grazie Franco, ci fa piacere che ti sia piaciuto e che ti possa essere utile. Prova a vedere anche i nostri ebooks gratuiti forse anche lì puoi trovare qualcosa che ti può fare comodo .
      Saluti

  10. Sergio Bianchini ha detto:

    Bellissimo articolo! Dovrei farlo leggere al mio capo, pensa che urlando si sistemi tutto e gli altri lavorino meglio.
    Grazie
    Sergio B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *