HEI TU! SEI UN BUGIARDO!

Quante volte ti ha mentito oggi? Almeno 3 volte ogni 10 minuti!

Il 60% delle persone è bugiardo! Mente almeno 1 volta in una conversazione di 10 minuti e le bugie sono mediamente 2 o 3! Difficile da credere? No, difficile da accettare!

E chi mente di più, l’uomo o la donna?
Qui abbiamo una perfetta condizione di “pari opportunità”. Siamo bugiardi allo stesso modo per il numero di bugie, qualcosa cambia sulla qualità.

Le donne mentono per far sentire meglio gli altri. Una tipica bugia da donne è: “stai benissimo, sei dimagrita?” oppure “Che bella abbronzatura che hai!”

Gli uomini mentono per migliorare se stessi, apparire più importanti. Una tipica bugia da uomo è: “Mi hanno appena offerto la responsabilità di un importante progetto!”

 

Ma da dove vengono questi dati? Da un esperimento fatto all’università del Massachusetts dove parecchie decine di persone sono state messe a dialogare a coppie con altre per fare conoscenza reciproca, riprese da telecamere nascoste. Incredibilmente, finito l’esperimento, gli stessi partecipanti, quando si son rivisti, non potevano credere a quante bugie avevano raccontato!

La cosa ancora più incredibile è che, in questo esperimento, chi mentiva credeva di avere a che fare con una persona che non avrebbe mai più incontrato. Questo è sconcertante: diciamo bugie tanto per dire, non perché abbiamo un sicuro tornaconto.

Si distinguono 4 tipi di menzogna, di diversa gravità.

La meno grave è quella detta per far piacere a qualcuno o per non far dispiacere, per proteggere.

Poi c’è la menzogna scherzosa, che fa ridere, usata per distrarre o per divertirsi.

Un’altra è la menzogna per apparire migliori, più in gamba, tipo:”sono diventato area manager”… e magari risponde solo al telefono!

Infine, la peggiore, la menzogna destinata a far male o ingannare qualcuno per un tornaconto personale.

Alcune bugie sono da considerarsi bugie “buone”, “pulite”. Per esempio, se qualcuno ci chiede “Come va?” noi spesso diciamo “Bene, grazie” anche quando va piuttosto male, così gli evitiamo di stare sentire le nostre lamentele! Immagina quanto sarebbe pesante se ogni persona a cui chiedi “come va?” cominciasse ad elencarti i suoi malanni e i suoi guai.

Anche se educhiamo i nostri figli alla sincerità come importante qualità di ogni persona, poi però insegniamo loro a mentire per non dire una cosa spiacevole a qualcuno. E – come se non bastasse – secondo alcuni ricercatori i bambini di tre anni sono già in grado di mentire dopo aver interpretato i sentimenti degli altri.

Da un lato la bugia è disapprovata e, dall’altro lato, è il comportamento più diffuso tra gli esseri umani. In effetti, tutti noi ci troveremmo in grande difficoltà se perdessimo la capacità di mentire spontaneamente e di mascherare i nostri pensieri. La nostra vita sociale diventerebbe impossibile se non fossimo più capaci di chiamare “caro amico” un collega che cordialmente detestiamo o smettessimo di dire “grazie per la piacevole serata” anche quando ci siamo annoiati a morte.

Un po’ come Sacha Guitry che, dopo una cena non troppo riuscita, disse alla padrona di casa: “Era tutto freddo, tranne lo champagne”.

E tu quante bugie hai detto oggi? Ok, chiaro, non riesci a contrarle!  😆

Ecco un altro articolo su come scoprire le bugie dal linguaggio del corpo.

Se poi invece ti interessa imparare a mentire in modo efficace, ecco come utilizzare il linguaggio del corpo per dire bugie da “mentitori professionali”.

Fabiola&Paolo

dire no linguaggio corpo comunicazione persuasione

P.S.

Tu sai che se dicessi “no” al momento giusto, staresti meglio. Guadagneresti più tempo per te e per le cose che ti interessano. Una piccola parola, “NO”, ti risolverebbe molti problemi della vita. Eppure, spesso hai difficoltà a pronunciarla!

Vuoi imparare a dire di no senza sentirti in colpa? CLICCA QUI e scopri di più

 

Guarda i nostri filmati sulla comunicazione umana:

l’ascolto attivo: nella comunicazione umana l’ascolto attivo è l’elemento fondamentale. Se sai ascoltare, comunichi in modo efficace. La comunicazione umana interpersonale è soprattutto capacità di ascolto attivo. Ci preoccupiamo troppo di “saper parlare” per comunicare bene. Dovremmo invece preoccuparci di più di “saper ascoltare”. L’ascolto attivo è capacità di comunicazione!

l’assertività – Se hai autostima, hai più capacità di comunicazione assertiva. L’autostima e l’assertività sono una conseguenza dell’altra. Con il tuo linguaggio del corpo puoi essere assertivo e migliorare i rapporti con gli altri. Guarda come l’assertività, la passività e l’aggressività trasmettono la tua autostima tramite il linguaggio del corpo. La comunicazione non verbale, come sempre lancia messaggi inequivocabili. La simulazione mostra il linguaggio del corpo e l’autostima dell’aggressivo, del passivo, dell’assertivo.

parlare in pubblico – Il “decollo” è la fase iniziale del parlare in pubblico, quella dove – con poche battute e in una manciata di minuti – devi conquistare il tuo pubblico e convincerlo che val la pena ascoltarti. Se affronti bene la fase iniziale del parlare in pubblico, il resto è in discesa. Se sbagli proprio in questa fase iniziale del parlare in pubblico… tanti auguri!

comunicazione non verbale – Comunichiamo con le parole o con il corpo? La comunicazione non verbale e paraverbale rappresenta oltre il 90% della comunicazione umana: le tecniche di comunicazione lo sanno bene! In questo video vedi come usare il linguaggio del corpo per comunicare senza equivoci. Il linguaggio del corpo non mente mai.

seduzione e corteggiamento: il linguaggio del corpo maschile quando lui è in piedi –Il linguaggio del corpo non mente mai. Se gli piaci, il suo linguaggio del corpo darà chiari e inequivocabili segnali di attrazione. Il linguaggio del corpo maschile è più semplice, più povero di segnali, ma molto più diretto rispetto a quello femminile. Impara a leggere il linguaggio del corpo maschile nel corteggiamento e nella seduzione se vuoi capire di più degli uomini. 

seduzione e corteggiamento: il linguaggio del corpo femminile – Il linguaggio del corpo non mente mai. Se le piaci, il suo linguaggio del corpo darà chiari e inequivocabili segnali di attrazione. Impara a leggere il linguaggio del corpo femminile nel corteggiamento e nella seduzione se vuoi capire di più delle donne

seduzione e corteggiamento: il linguaggio del corpo maschile quando lui tocca gli oggetti – Il linguaggio del corpo maschile è più semplice, più povero di segnali, ma molto più diretto rispetto a quello femminile. Se gli piaci, lui tende ad avvicinarsi e a toccare i tuoi oggetti …se non può toccare te! Impara a leggere il linguaggio del corpo maschile nel corteggiamento e nella seduzione se vuoi capire di più degli uomini. 

Per l’immagine ringraziamo

http://www.flickr.com/photos/thomashawk/12151782/

Articoli correlati:

6 Responses to HEI TU! SEI UN BUGIARDO!

  1. Sabrina ha detto:

    Grazie Fabiola e Paolo del vostro aiuto per relazionarsi, a me è capitato di avere incontrato una persona, un uomo che quando mi parlava ho notato che un pò mi guardava negli occhi e poi si girava a sinistra e a destra quando mi parlava, ancora oggi mi chiedo quanto è sincera questa persona e che intenzione ha nei miei confronti, e ci siamo comunicati tramite sms sul cellulare, mai l’ho chiamato neppure lui a me, il prete mi ha detto di stare attenta, e per parlare con qualcuno il prete mi dice che non c’è nulla di male, perchè questa conoscenza mi ha aiutato in momenti di difficoltà che ho avuto, e adesso non so cosa fare o lasciare perdere, grazie e ciaoo.

    • Fabiola&Paolo ha detto:

      In effetti non c’è nulla di male a comunicare con qualcuno tramite sms. Forse hai ragione a dubitare della sincerità di questa persona, però se gli dai la possibilità di farsi conoscere meglio, tu potrai anche fare le tue verifiche e decidere con qualche elemento in più.
      A presto e auguri!

      F&P

  2. Alexa ha detto:

    vorrei chiedere essere straniero faccio fatica di parlare con le ragazze ho 33 anni appena sente accento sono un disagio per loro vivo de 7 anni consiglio grazie

  3. Alfio ha detto:

    Beh, si rimane colpiti, poi si fa mente locale e….. ci si accorge che è vero! 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *