PNL E PSICOTERAPIA: 1 A 1 E PALLA AL CENTRO!

pnl psicoterapia psicologia

PNL e psicoterapia a confronto: contrapposizione o complementarietà?

La PNL è superficiale. La PNL è solo una moda. La PNL è una bufala. La PNL non è scientifica. Queste sono le considerazioni che spesso gli psicoterapeuti fanno nei confronti della Programmazione Neurolinguistica (PNL).

La psicoterapia non funziona. La psicoterapia è troppo lunga. La psicoterapia non risolve. La psicoterapia analizza, ma non cura. Queste sono le considerazioni che spesso fanno gli studiosi di PNL nei confronti della psicoterapia.

Tu che ne pensi? Questa contrapposizione tra “strizzacervelli” e “piennellari” è destinata a durare nel tempo?

Forse sì, ma secondo me è una contrapposizione inutile e inesistente.

La PNL vede la psicoterapia come una pratica troppo lunga nel tempo, tanto da rischiare di consolidare un problema, invece di risolverlo.

La PNL usa una metafora per spiegare questo concetto: se cadi in uno stagno e rischi di annegare, prima di tutto hai bisogno di qualcuno che ti dia una corda a cui aggrapparti per uscire dallo stagno (la corda rappresenta proprio la PNL) e non puoi perdere tempo prezioso ad analizzare i motivi per cui sei caduto (attraverso la psicoterapia), altrimenti anneghi!

Da l’altro lato, la psicoterapia afferma che se tu non capisci la reale causa del tuo problema, quello ti condizionerà sempre, in tutte le tue scelte professionali e personali. Quindi è inutile e addirittura pericoloso insistere solo sul comportamento, come rischia di fare la PNL.

Sempre usando la metafora dello stagno: se cadi in uno stagno e rischi di annegare, devi capire il motivo profondo che ti ha portato a cadere, altrimenti cadrai continuamente in quello stagno o in altri simili e prima o poi annegherai!

Cosa c’è di contraddittorio in tutto questo?

La PNL e la psicoterapia possono essere entrambe utili. Non sono in contrapposizione, ma possono essere in perfetta complementarietà!

Cos’è la PNL e a cosa serve?

La PNL è “un insieme di modelli, capacità e tecniche per pensare e agire efficacemente nel mondo. Lo scopo della PNL è essere utile, aumentare le scelte e migliorare la qualità della vita” (Joseph O’Connor e John Seymour, Thorsons, 1995). 

In sostanza, la PNL ti offre una serie di tecniche che portano a modificazioni del tuo comportamento per il conseguimento di nuovi risultati. Ti aiuta a risvegliare le potenzialità che sono dentro di te ed a guardare la vita come una preziosa opportunità per crescere ed apprendere. E’ fortemente motivante.

Oltre che nella crescita personale, la PNL può avere importanti applicazioni anche nella comunicazione efficace e nella gestione dei gruppi.

psicoterapiaCos’è la psicoterapia e a  cosa serve?

Esistono oggi tante correnti di pensiero e tante metodologie di terapia psicologica. Per onestà, parlo solo della mia esperienza di psicoterapeuta.

E’ vero che la definizione degli obiettivi costituisce un elemento fondamentale per l’automotivazione al tuo successo. Nel senso che il modo in cui gli obiettivi vengono individuati, formulati e perseguiti influenza il successo o il fallimento degli sforzi compiuti per realizzare te stesso e il tuo benessere psicologico. Per questo motivo la PNL mette a punto una serie di tecniche per aiutarti a individuare e a formulare adeguatamente i tuoi obiettivi.

In tutto questo, però, rimane cruciale un problema: in base a quale criterio è possibile stabilire con esattezza l’obiettivo più “adeguato” per te, in un determinato contesto e in un particolare momento storico del tuo processo evolutivo? Ecco a cosa serve la psicoterapia!

La psicoterapia è (…e deve essere!) l’esperienza attraverso la quale tu puoi recuperare – in modo cosciente e auto evidente – il tuo vero Io, originario e autentico. Solo allora puoi definirti “sano”. Solo allora le tue scelte saranno quelle ottimali per te e per il tuo ambiente. Solo allora smetterai di eseguire un copione, uno stereotipo che hai introiettato sin dall’infanzia sulla base di una costruzione operata da altri.

“La necessità della psicoterapia si basa sul fatto che l’umano ha perduto la sua identità costituente e, per proprio ordine esistenziale, deve recuperarla in fatto autoevidente” (Antonio Meneghetti, “Ontopsicologia Clinica”, Roma 1989).

Per essere più semplice, faccio un esempio pratico. Prendiamo il caso di una persona che ha difficoltà nella gestione della rabbia e dell’aggressività. Si tratta di un problema caratteriale molto diffuso nei nostri giorni. Forse tu ne sai qualcosa?  🙄

Con la PNL individui i problemi pratici che quotidianamente questa tua modalità caratteriale ti provoca. Ti poni l’obiettivo di superarla in un tempo determinato, attraverso una serie di azioni concrete da porre in essere progressivamente. Con la PNL, se sei costante e coerente, il tuo comportamento aggressivo e rabbioso un po’ per volta migliorerà.

Però, se insieme ad un cambiamento di comportamento non associ anche – attraverso la psicoterapia – una comprensione della causa profonda di questa tua caratteristica, rischi di non andare troppo lontano!

L’inconscio comprende circa 80% della nostra energia psichica. Energia che tu non conosci, ma che esiste, lavora, anticipa ogni tuo ragionamento, ogni tua emozione. Quindi, se non vai a fondo del problema, ogni qualvolta incontrerai un certo tipo di persona o ti troverai in una determinata situazione scatterà in te quella rabbia atavica. Non ce la farai ad evitarla. Magari riesci a controllarla, ma la vivrai comunque.

PNL e psicoterapiaIn conclusione:

 la PNL è molto direttiva e ti permette di costruire un “percorso” pratico e concreto per modificare il tuo comportamento e per raggiungere determinati obiettivi;

 la psicoterapia è molto introspettiva e ti permette di comprendere, elaborare e superare le cause del tuo comportamento (spesso rintracciate in esperienze dell’infanzia, nel contesto familiare), allo scopo di realizzare il tuo Io vero e autentico. Il tuo progetto di natura.

Non si può pretendere di correggere in modo definitivo un fenomeno (il comportamento è fenomeno e la PNL interviene sul comportamento) senza agire sulla causa (e qui entra in gioco la psicoterapia).

D’altra parte, capire la causa senza assumersi l’impegno e la responsabilità di un cambiamento concreto porta solo ad aumentare la frustrazione!

La PNL e la psicoterapia possono “andare a braccetto”, ognuna con i suoi ambiti di competenza ed ognuna nella sua utilità per te e per il tuo benessere psicofisico.

 Fabiola Sacramati

dire no linguaggio corpo comunicazione persuasione

P.S.

Tu sai che se dicessi “no” al momento giusto, staresti meglio. Guadagneresti più tempo per te e per le cose che ti interessano. Una piccola parola, “NO”, ti risolverebbe molti problemi della vita. Eppure, spesso hai difficoltà a pronunciarla!

Vuoi imparare a dire di no senza sentirti in colpa? CLICCA QUI e scopri di più

 

Guarda i nostri video sulla comunicazione umana:

l’ascolto attivo: nella comunicazione umana l’ascolto attivo è l’elemento fondamentale. Se sai ascoltare, comunichi in modo efficace. La comunicazione umana interpersonale è soprattutto capacità di ascolto attivo. Ci preoccupiamo troppo di “saper parlare” per comunicare bene. Dovremmo invece preoccuparci di più di “saper ascoltare”. L’ascolto attivo è capacità di comunicazione!

l’assertività – Se hai autostima, hai più capacità di comunicazione assertiva. L’autostima e l’assertività sono una conseguenza dell’altra. Con il tuo linguaggio del corpo puoi essere assertivo e migliorare i rapporti con gli altri. Guarda come l’assertività, la passività e l’aggressività trasmettono la tua autostima tramite il linguaggio del corpo. La comunicazione non verbale, come sempre lancia messaggi inequivocabili. La simulazione mostra il linguaggio del corpo e l’autostima dell’aggressivo, del passivo, dell’assertivo.

parlare in pubblico – Il “decollo” è la fase iniziale del parlare in pubblico, quella dove – con poche battute e in una manciata di minuti – devi conquistare il tuo pubblico e convincerlo che val la pena ascoltarti. Se affronti bene la fase iniziale del parlare in pubblico, il resto è in discesa. Se sbagli proprio in questa fase iniziale del parlare in pubblico… tanti auguri!

comunicazione non verbale – Comunichiamo con le parole o con il corpo? La comunicazione non verbale e paraverbale rappresenta oltre il 90% della comunicazione umana: le tecniche di comunicazione lo sanno bene! In questo video vedi come usare il linguaggio del corpo per comunicare senza equivoci. Il linguaggio del corpo non mente mai.

Per le immagini ringraziamo:

http://www.flickr.com/photos/cantabrigensis/67279189/

http://www.flickr.com/photos/pinksherbet/315127886/

http://www.flickr.com/photos/ivodimitrovnlp/8544858394/

Articoli correlati:

4 Responses to PNL E PSICOTERAPIA: 1 A 1 E PALLA AL CENTRO!

  1. Marina ha detto:

    Complimenti per la chiarezza e la professionalità con cui è stato trattato e specificato l’argomento. Una comunicazione davvero efficace! Molto interessante e complesso il tema della PNL e PSICOTERAPIA a confronto. Spero che svilupperete ancora queste tematiche.

  2. anna ha detto:

    concordo pienamente, troppo spesso gli interessi di categoria ostacolano lo scambio dialettico tra professionisti che condividono gli stessi obiettivi (sul benessere della persona), guardandoli però da diversi punti di vista.

    • Fabiola&Paolo ha detto:

      Hai ragione. Lo scontro tra interessi di categoria è il modo più veloce per ottenere l’esatto opposto: il malessere della persona!
      La collaborazione e il confronto sono cercati e promossi solo da coloro che hanno sicurezza nella propria professionalità.
      A presto e continua a seguirci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *