Non potevi fare a meno di mentire, quel giorno, lo sai benissimo. 

Lo sapevi anche nel momento in cui stavi mentendo, quel giorno, ma capivi che non avevi la preparazione adatta…  e così quella persona di fronte a te l’ha capito, quel giorno. Non te lo ha detto direttamente, ma tu sai che ha capito chiaramente…  e tu hai perso….  qualcosa di importante… quel giorno…

Tu lo sai qual era “quel giorno”, perchè ti è capitato, come a tutti noi, di dover mentire e di sbagliare qualcosa nel dire la bugia.

Il mentire, la menzogna, non dire la verità è un argomento che abbiamo già affrontato in diversi nostri articoli.

Abbiamo sempre analizzato il punto di vista di chi deve individuare la menzogna, perciò ti abbiamo dato indicazioni su come cercare di capire se una persona mente (QUI).

Stavolta saltiamo la barricata, andiamo dall’altra parte.

Oggi siamo DALLA PARTE DEI BUGIARDI!

Ti diamo 9 tecniche pratiche su come mentire in maniera efficace, in pratica senza farti beccare…

Adesso penserai: caspita, ma questi la fanno sporca!
In realtà, nel nostro articolo sul perché mentiamo, abbiamo già parlato del fatto che tutti noi diciamo bugie continuamente. Siamo costretti a farlo spesso dalle regole di convivenza sociale, dalle norme del buon vivere, per mantenere relazioni accettabili con gli altri e via dicendo. 
Quindi noi come sempre ti diamo degli strumenti. Sta a te farne l’uso che preferisci.

Del resto è sempre così con le tecniche di comunicazione interpersonale, quando nei nostri corsi sul linguaggio del corpo ci dicono: “ah ma voi in questo modo potreste insegnare le persone ad ingannare gli altri! ” la nostra risposta è sempre la stessa: noi ti diamo uno strumento.

È come consegnare un affilato coltello ad una persona: può diventare uno straordinario cuoco che farà dei capolavori tagliando verdure…  oppure può diventare un serial killer!

La scelta è tua, non è lo strumento ad essere sbagliato. Quindi sta a te scegliere, noi ci auguriamo che le tue  menzogne siano sempre a fin di bene.

Prima di andare avanti ti ricordo:

  • lo straordinario corso gratis online di 7 giorni sul linguaggio del corpo, l’uso della voce e delle parole per ottenere la persuasione QUI
  • il sorprendente ebook gratuito sul linguaggio del corpo nella seduzione e nel corteggiamento QUI.

Ora andiamo al dunque: ecco le 9 regole che ti permetteranno di evitare che qualcuno ti becchi quando stai mentendo.

Regola 1: CONVINTI!
 .

linguaggio del corpo menzogna bugiaAccetta dentro di te il fatto che devi mentire. È normale che una persona corretta ed onesta abbia qualche problema a mentire.

Però, se dentro di te non c’è la convinzione e la piena consapevolezza che quello che stai facendo è importante, in quel momento, è chiaro che partì con il piede sbagliato.

Sappiamo che in tutti i campi della realizzazione umana, dallo sport all’arte al mondo del lavoro, l’elemento basilare per ottenere successo è partire convinti e motivati. Lo devi essere anche nel mentire, perché il linguaggio del corpo… non mente!

Regola 2: SE MI BECCANO?

Metti in conto che gli altri potrebbero individuare che hai mentito, quindi preparati a questo evento.

Preparati al fatto che qualche testimone sappia che quello che dici non è vero, oppure che la persona, o le persone, cui stai mentendo in qualche modo riesca ad individuarti.

Se ti ci prepari, decidi anche la giusta strategia per superare questo momento di difficoltà. Potresti prepararti già delle frasi del tipo: “sì, è vero, non sono andato alla convention perché ho avuto una grave emergenza sul mio lavoro e non volevo farti preoccupare, adesso ti racconto…”

Addirittura, questa potrebbe essere una strategia, diciamo così, preventiva. I mentitori esperti consigliano di mentire su un fatto di poca importanza, per essere beccati di proposito e dopo farsi vedere molto sinceri nell’ammettere la menzogna…  per poi far passare la menzogna più grossa!

In pratica, con questa strategia ti crei una credibilità su fatti di poca importanza per poi spenderla su cose più importanti.

Regola 3: IL FILM MENTALE

 Prepara accuratamente dentro la tua mente il modo in cui i fatti che stai raccontando sarebbero, in teoria, avvenuti.

Devi percorrere tutta la sequenza più volte nella tua testa, in particolar modo se stai raccontando dei fatti, cioè cose che hai fatto, posti dove hai parcheggiato, persone con cui ha parlato, e via dicendo.

Pensa anche ai dettagli perché, se ti dovessero fare qualche domanda, non dovrai stare a pensarci al momento per dover inventare al volo. 

linguaggio corpo come mentire bugiaRicorda che la persona che mente, come hai letto già in nostro articolo, spesso in certe fasi della menzogna deve rallentare il proprio ritmo nel parlare.

Il motivo è chiaro, rallenta per poter pensare a ciò che dovrà dire, visto che è falso… se lo sta inventando al momento.

Non devi solo pensare a un elenco di fatti e sequenze. Devi ricostruire la menzogna nella tua mente. 
Se vuoi raccontare che sei stato in quel bar, poi dopo hai preso l’auto per andare in quell’ufficio postale e subito dopo hai fatto una coda di 40 minuti in autostrada, dentro la tua testa dovrai ricostruire la sequenza.
Dovrai imparare a proiettare virtualmente te stesso nella situazione come se ti stessi guardando a distanza, come se guardassi un film o un videogioco in cui tu sei protagonista.
Questa tecnica renderà molto più credibile il racconto, perché nella tua mente, in parte, è come se le cose fossero realmente avvenute nel mondo in cui tu le stai raccontando.

In poche parole, se tu pensi che sia vero…  non è più una menzogna!

Regola 4: RECITA BENE

.Se le menzogne che devi dire sono veramente molto importanti, la tua esibizione da bugiardo può essere preparata con un certo anticipo: fai le prove.

Non dovrai solamente pensare le parole da dire ripetendole nella tua mente. Per essere veramente efficace dovrai proprio parlare ad alta voce,  come se stessi ripassando il copione di una commedia…  perché poi in fondo questo è 🙂

Se hai tempo e modo, puoi addirittura metterti davanti ad uno specchio a fare le prove.

Adesso dirai: “accidenti, e che sono, un attore?” sì, in quel momento sei un attore perché stai dicendo e facendo cose che fanno parte di un copione e non della realtà!

È la stessa tecnica che consigliamo nei nostri corsi, quando insegniamo alle persone a parlare in pubblico o a preparare una presentazione di vendita efficace.

Regola 5: LINGUAGGIO DEL CORPO

linguaggio del corpo come mentire bugia comunicazioneMetti in pratica (ma al contrario!) quello che abbiamo scritto già in questo nostro articolo sul linguaggio del corpo dei mentitoriDovrai  fare attenzione a non commettere quegli errori. 

Per esempio cambiare continuamente posizione sulla sedia nel momento in cui menti, oppure cambiare il tono della voce in maniera molto rapida, toccarti il volto, in particolare la bocca,  proprio nel momento in cui stai dicendo le bugie.

Sono tutti segnali del linguaggio del corpo che mandano dei messaggi anche a coloro che non sono esperti. Chiunque è in grado di percepire che qualcosa non va e il dubbio si insinua nella sua mente.

Regola 6: MENTIRE DA SOLI

Cerca  di evitare assolutamente la collaborazione di altre persone nella costruzione della menzogna. 
Più persone devono mentire nella stessa situazione, più è alto il rischio che la menzogna venga individuata.

Tutto ciò è normale e logico:  è già difficile per una persona singola mentire efficacemente, figuriamoci se c’è l’esigenza di mettere in piedi una squadra di mentitori!
Come diceva Martin Lutero

“la bugia è come una palla di neve, più rotola e più si ingrossa”

… poi se diventa una valanga non la controlli più!
Regola 7: CONTROLLA LE REAZIONI

Mentre stai mentendo non provare a cambiare drasticamente argomento e fai molta attenzione a non risultare irritabile se ti vengono fatte delle domande sui dettagli.

Inoltre, fai attenzione al fatto che, per scoprire un mentitore, uno dei sistemi è cambiare discorso drasticamente: se il bugiardo non riprende l’argomento (perché in effetti non gli conviene) potrebbe insospettire.

Questi sono dei caratteristici segnali che insospettiscono gli altri, ne avevamo parlato sempre nell’articolo sulla menzogna.

Regola 8: MEMORIZZA LE MENZOGNE

Memorizza molto bene tutto ciò su cui hai mentito. 

Una delle caratteristiche dei mentitori è che nel tempo si dimenticano che hanno mentito, quindi possono essere scoperti giorni, mesi o addirittura anni dopo.

Regola 9: NON DIVENTARE BUGIARDO SERIALE
 .
Quest’ultima regola è quella che ti dice… di mentire il meno possibile e solo quando è indispensabile!

E’ veramente difficile controllare il linguaggio del corpo e rischi di diventare una persona non credibile agli occhi degli altri se ricorri troppo spesso alla menzogna.

…  come dice il vecchio proverbio, le bugie hanno le gambe corte!

Fabiola Sacramati&Paolo Sciamanna

Per le immagini ringraziamo CREDITS

Guarda questo nostro filmato sul linguaggio del corpo nella menzogna.